venerdì 20 febbraio 2015

Estratto di vaniglia home made

 
 
L'estratto di vaniglia è stata una delle prime cose che ho imparato a fare quando ho iniziato a "muovere i primi passi" in cucina.
 
Purtroppo, sempre più spesso, occorre discostarsi e prendere "con le pinze" tutto quello che l'industria alimentare ci propone e ci propina.
Ve ne parlavo qui, ricordate?
Beh, la vanillina è sparita ormai parecchi anni fa
dalla miadispensa per lasciare spazio alla vaniglia,
sia sotto forma di baccello - di cui si utilizzano i semini - sia sotto forma di estratto.
 
Quest'ultimo è, senza dubbio, la versione più comoda della vaniglia: ne basterà un cucchiaino per dare alle nostre preparazioni quel profumo e quel sapore inconfondibile.
 
Per preparare l'estratto, quindi, dovremo
procurarci dei baccelli di vaniglia di buona qualità,
acquistare dell'alcool puro (o della vodka) e...
armarci di pazienza.
Perché lui, prima di sei mesi non è pronto.
Ma l'attesa sarà ben ripagata, fidatevi.

 
INGREDIENTI:

500 ml. di alcool (o vodka)
15 baccelli di vaniglia di buona qualità
(tipo Madagascar o tipo Tahiti, dal sapore più intenso)


PREPARAZIONE:

E' tutto estremamente semplice.

 Incidete i baccelli per il lungo, diciamo aprendoli a libro.

 Tagliate ogni bacca così incisa in tre-quattro pezzi e metteteli in una bottiglia,
possibilmente di vetro scuro.

 
 
Versatevi l'alcool, date una energica "shakerata" e riponete in un luogo asciutto per sei mesi,
agitando la bottiglia una volta al giorno per due settimane
e poi più raramente ma almeno una volta a settimana.

 Altre info e consigli che ho reperito in rete e che mi sento di passarvi sono:
le bacche, per essere considerate buone, devono ovviamente odorare,
devono essere elastiche
(provate ad avvolgerle su un dito, se si spezzano sono vecchie, quindi inutilizzabili)
e, al tatto, devono risultare quasi "unte".

 Se dovessero avanzarvi dei baccelli, conservateli avvolti ben bene in un sacchetto e,
a mano a mano che ne utilizzerete i semini per le varie preparazioni dolciarie,
aggiungete il baccello vuoto al vostro estratto
oppure inseriteli in un contenitore pieno di zucchero,
in modo da farvi dell'ottimo e naturale zucchero vanigliato.

 
Una volta pronto, per comodità, suddividetelo in bottiglie più piccoline.
 
Se aveste difficoltà a trovare i baccelli non esitate a contattarmi:
li ho acquistati on line da rivenditori francesi e tedeschi davvero seri e affidabili
e vi passerei con piacere il loro recapito.
 
Buon estratto a tutti/e!
 
 


 Con questo post partecipo al giveaway di Dolcizie
 
 
Posta un commento