sabato 13 dicembre 2014

La Torta di Nocciole delle Langhe

 
 
 
 
 
La torta di nocciole, specialità tipica della zona meridionale del Piemonte,
in particolare delle Langhe,
è un dolce che mi ha sempre incuriosito
e di cui speravo da tempo di potermi cimentare nella preparazione.
 
Si tratta di una torta dalle origini contadine e povere,
che le massaie d'un tempo preparavano per il periodo natalizio
per utilizzare le nocciole avanzate dal raccolto estivo.
 
Ho anche letto che, proprio per via della sua origine contadina e delle numerose varianti e aggiunte che se ne potevano rinvenire (cacao, rhum, niente farina, ecc.),
 una ricetta codificata non esisteva.
 
Solo di recente è nato un disciplinare voluto dai pasticceri della zona
con il nome di "torta Cortemilia"
 che prevede l’utilizzo di ingredienti base come uova, zucchero, burro e nocciole Piemonte IGP
in una percentuale non inferiore al 40 per cento.
Uniche varianti concesse:
un’aggiunta di farina di grano tenero o di lievito vanigliato.
Esclusi, invece, gli additivi o altri ingredienti.
 
Così, quando sono riuscita a procurarmi un sacchetto di Nocciola Piemonte I.G.P.,
varietà Tonda Gentile,
 ho resistito davvero poco e mi sono subito messa all'opera.
 
Il risultato è straordinario.
Otterrete una torta dal sapore rustico ma allo stesso tempo delicato,
soffice e scioglievole.
 
Davvero un'esperienza da provare.
 
 
 INGREDIENTI:
 
235 g. nocciole
100 g. burro (per me, 65 ml. olio evo)
2 tuorli
4 albumi
165 g. zucchero
65 g. farina 00
1 pizzico di sale
1/2 bustina lievito per dolci
 
 
 
PREPARAZIONE:
 
Tritare nel mixer le nocciole con un po' di zucchero (preso dal totale) e mescolare la polvere così ottenuta allo zucchero restante e alla farina e al lievito setacciati.
 
Preriscaldare il forno - in modalità statica - a 180°
e imburrare e infarinare una teglia dal diametro di 24 cm.
 
Battere leggermente i tuorli e far fondere il burro.
 
A parte montare a neve gli albumi.
 
Al primo composto (il mix di farine e lievito) aggiungere i tuorli,
il burro, il pizzico di sale e gli albumi.
 
Amalgamare con una spatola, con movimenti delicati dal basso verso l'alto, e versare nella teglia.
 
Cuocere per circa 20-25', facendo la prova stecchino.
 
 
 
Servire una volta fredda, magari accompagnandola da un calice di Moscato d'Asti DOCG.
 
 
 
 
Con questa ricetta partecipo al Giveaway di Vaty "Food&Travel"
per la sezione Food...
 
 
e...al Giveaway de L'Araba Felice!
Ma vi pare che potevo perdermelo?!
Non esagero se vi dico che Stefania, con poche altre blogger, è la mia guru...una fonte inesauribile di idee, ricette e "furbate" pazzesche!
Se non ci fosse bisognerebbe inventarla.
E, a coronamento del tutto, è una persona sempre carina e disponibile...peccato sia così lontana, non sapete che farei per averla come amica.
Anzi no, la vedo come la vicina di casa ideale, quella che al super dimentica lo zucchero, te ne chiede un po' in prestito e poi, per sdebitarsi, ti porta una sua creazione!
 
 
 
 

Posta un commento